L’allegria è contagiosa

L’allegria è contagiosa ed io sono sempre mediamente allegro, fischietto continuamente, a volte penso che a forza di fischietare mi ritroverò con la bocca più rugosa dell’universo.

I musoni sfigati non piacciono a nessuno e purtroppo sono la maggioranza che non riescono a non esteriorizzare la fatica di vivere. Così capita che entri in panificio fischiettando la mattina e la commessa del panificio ti regala un grande sorriso, entri in edicola fischiettando e la proprietaria ti regala un largo sorriso, entri dalla tabaccaia fischietttando e lei ti sorride…

Arrivi a casa fischiettando e la tua compagna* ti guarda e ti dice: che cazzo hai da fischiettare?!?!

L’allegria è contagiosa… quasi sempre 😀

(non la mia compagna, intendo la compagna in generale, anche la commessa del panificio o l’edicolante se il marito arriva a casa fischiettando gli chiedono che cazzo hai da fischiettare?!?!)



2 Commenti a “L’allegria è contagiosa”

  • L’altra sera stavo rientrando a casa e ho sentito uno passare in bici fischiettando lo struggente motivo suonato al violino nel film “Frankenstein Jr.” (e lo fischiettava con eccessiva enfasi, per cui era chiaramente ironico… mi sa che aveva appena visto il film).
    Beh io non ho potuto fare a meno di unirmi con trasporto nell’esecuzione, solo che il tipo si stava già allontanando.
    Però secondo me mi ha sentito… 😀 😀 😀

  • E’ pieno di ingrugniti in giro!
    La settimana scorsa mi hanno detto che “illumino l’ufficio (il numero 2)” perchè quando saluto sorrido.
    Nell’ufficio numero 1 mi hanno detto che sono solare con un tono di meraviglia…
    Come se fosse una cosa di un altro pianeta.

Lascia un Commento