Misteri irrisolti

L’Enel mi manda due “incaricati” che mi spiegano, che a causa dell’entrata del mercato libero e della concorrenza stanno perdendo un sacco di clienti, ha deciso di abbassarmi le tariffe.

Per farlo hanno bisogno di tutti i dati della bolletta, di un timbro, una firma, fotocopia carta di identità, impronta digitale, DNA e devono verificare personalmente che all’età preposta mi siano scesi entrambi i coglioni.

allora, siccome se l’Enel volesse davvero abbassarmi le tariffe basterebbe che lo facesse e stop, al limite mandandomi una comunicazione (anche via email) con i dettagli, il sapere se all’età preposta mi sono scesi entrambi i coglioni, per i due incaricati, rimarrà un mistero irrisolto



4 Commenti a “Misteri irrisolti”

  • S.:

    Perché in realtà volevano farti passare da Enel distribuzione (l’ex Enel) ad Enel Energia (quella del mercato libero).

    Io ne ho cacciati parecchi di piazzisti energetici.

    P.S.: Digli che hai demandato tutto al tuo consorzio e che se vogliono vadano a fare l’offerta al consorzio che tu non hai tempo da perdere.

    • merciaioblog:

      @S. io non gli dico niente, li mando via e basta. Figurati se gli do anche spiegazioni.

      @Andrea E’ quello che ho fatto.

  • Mandali via, è la variante “visibile” delle offerte via call center.

  • Passano ciclicamente anche da me, ma io sono più stronza: mi fingo interessata, li faccio recitare la poesiola a memoria, quando mi chiedono una bolletta gli rispondo che non ho il cartaceo perchè, come sapranno, le bollette mi arrivano via mail (primi segni di nervosismo). Mi chiedono di stamparla, ma ho il pc spento e mi ci vorrebbe troppo tempo (nervosismo accentuato) trovano altre soluzioni, tentenno. Si fanno più pressanti, chiedo una copia delle tariffe che vorrebbero applicarmi per verificare. Il sorriso sparisce dalle loro labbra e mi mandano…sul sito.

Lascia un Commento