Archive del 17 dicembre 2011

L’uomo al supermercato

Salvo rare eccezioni, la donna al supermercato è una macchina da guerra, va dritta al punto senza concedersi distrazioni, praticamente un automa.

Conosce a memoria la posizione di ogni singolo prodotto di cui ha bisogno e si organizza il percorso in modo scientifico per non fare un metro in più del necessario. Lista in mano spinge il carrello e BUM BUM BUM lo riempie, passa alla cassa e via.

L’uomo, invece, non ha la più pallida idea di dove siano geolocalizzati i beni destinati a soddisfare le esigenze primarie della famiglia e così vaga ramingo in questo grande spazio organizzato, che nella sua mente tra il rapito e il confuso e un complicatissimo labirinto, riempiendo il carrello di ogni puttanata possibile e immaginabile.

Dieci volte su dieci, poi, si dimentica di comprare qualcosa di fondamentale importanza, tipo la carta igienica o il latte, per il quale magari era proprio uscito a fare la spesa.