Del non poter colmare il vuoto

Ci sono giorni che sono più difficili di altri, che il peso del quotidiano si fa sentire e ti avvolge come una cappa che ti soffoca e ti rende difficile l’andare avanti.

Giorni nei quali certe assenze pesano più che in altri e il disagio si manifesta prepotente come vuoto alla bocca dello stomaco.

Come oggi… che il bar è chiuso, io ho voglia di patatine e il vuoto allo stomaco mi tocca tenermelo fino a pranzo.



Lascia un Commento