E pensa se fossi di sinistra…

Ci hanno detto che l’abolizione della scala mobile* era per il nostro bene, che l’indennità di contingenza produceva inflazione, così l’hanno tolta… e il nostro potere d’acquisto è progressivamente ma inesorabilmente calato da quel dì.

Ci hanno detto che l’abolizione dell’equo canone avrebbe messo sul mercato un sacco di abitazioni sfitte calmierando i prezzi e gli afitti non sono mai stati tanto cari.

Ci hanno detto che l’Europa era per il nostro bene, il mercato unico, la stabilità… e il paese non cresce da almeno 10 anni.

Ci hanno detto che l’Euro era per il nostro bene, la moneta unica, ancora la stabilità e la Grecia sta fallendo, la Spagna e il Portogallo a ruota, noi siamo sulla buona strana.

Ci hanno detto che le liberalizzazioni avrebbero favorito la concorrenza e paghiamo polizze auto alte come mai prima.

Ora ci stanno raccontando che abolire l’articolo 18 è un bene perchè il nostro è un mercato del lavoro ingessato, che abolirlo attirerà nuovi investimenti e creerà nuovi posti di lavoro.

Onestamente… io come lavoratore autonomo ho già un vago sentore di bruciaculo… perchè i lavoratori dipendenti sono quelli che concorrono in maggior parte a produrre il mio reddito (comprando da me) e se loro non guadagnano io non vendo.

[*] Per chi è troppo giovane per ricordare la scala mobile – indennità di contingenza – era l’adeguamento automatico di stipendi e pensioni all’inflazione, lo scopo era mantenere inalterato il potere d’acquisto (e con esso i consumi) nel tempo.



Un Commento a “E pensa se fossi di sinistra…”

Lascia un Commento