El vin fa sangue

Leggendo nell’internetto di una discussione sull’umanità dei medici mi è tornata alla memoria una notta passata in ortopedia col medico di turno a svuotare una boccia di Prosecco buono.

Io ero in trazione col femore rotto (oltre a tutto il resto) e non potevo muovermi dal letto, non avrei potuto per i successivi sei mesi, e lui era passato a vedere come stavo.

Gli ho chiesto se aveva voglia di farsi un bicchiere, si è seduto lì vicino a me e abbiamo passato la notte a ciacolare di femori rotti e moto e bere vino buono.

Ecco, io in quel periodo ho trovato solo medici così, che si sedevano e condividevano un goto de quel bon



Lascia un Commento