L’Ipocrisia e l’errore fondamentale di attribuzione

Un po’ ipocriti in fondo lo siamo tutti. A chi non capita ogni tanto di rimproverare gli altri per comportamenti che in fondo sono anche propri.

L’ipocrisia infatti è la caratteristica di chi pretende di possedere credenze, opinioni, virtù, ideali, sentimenti, emozioni che in pratica non ha.

Però io ho sempre pensato che ci fosse della gente che era difficile definire ipocrita perchè in realtà crede davvero alle proprie stronzate. Oggi leggendo wikipedia ho trovato conferma:

In psicologia, il comportamento ipocrita è strettamente associato all’errore fondamentale di attribuzione, in cui l’individuo è portato a spiegare e giustificare il proprio comportamento come dovuto in gran parte a cause ambientali ed estranee, mentre attribuisce le azioni degli altri a caratteristiche innate.
Alcune persone ingenuamente commettono degli errori di valutazione riguardo ai propri comportamenti caratteriali, che proiettano negli altri, auto-ingannandosi.

Tipo che se voi tirate un pacco siete delle merde mentre se lo fanno gli altri è colpa della nevicata d’agosto sul litorale adriatico. Tipo.

Ok, è wikipedia, non il verbo, però…

Via it.wikipedia.org



Un Commento a “L’Ipocrisia e l’errore fondamentale di attribuzione”

  • matteo r:

    Ma forse è il contrario, no? Se io tiro un pacco (tipo che non ho ancora trovato il modo di mangiare una pizza con un amico) allora è colpa del tempo, del caldo, del traffico sulla Vicenza-Treviso, della Multipla in panne.
    Se invece lo tira l’amico è colpa sua che è pigro.
    Ma a settembre…

Lascia un Commento