Meglio invidiati che compatiti

Il vittimismo è l’atteggiamento di chi si considera, spesso senza motivo, trascurato o maltrattato dagli altri.

Spesso maschera manifestazioni di assoluti egoismo ed egoconcentrismo (non è un errore, ho scritto proprio egoconcentrismo).

Lo scopo – scientificamente e strategicamente perseguito attraverso la ricerca di compassione – di chi pratica il vittimismo è la continua e costante ricerca di attenzioni da parte delle altre persone.

Il vittimismo è una pratica odiosa perchè tra le altre cose fa costantemente leva sugli altrui sensi di colpa.

I vittimisti sono gatti attaccati ai coglioni.

Per quanto mi riguarda meglio invidiati che compatiti, sempre, da sempre.



2 Commenti a “Meglio invidiati che compatiti”

  • kestress:

    riguardo al far leva sui sensi di colpa: ricordo nettamente il giorno ed il momento -e da lì in poi per sempre- quando ho imparato a dire di no…molto ‘ho visto la luce’ devo dire 😉

Lascia un Commento