Mettiamoci una toppa

E’ venuto uno a chiedermi se ho toppe.

Forte del mio vasto assortimento di tal prodotto io gli stavo già tronfiamente rispondendo CEEEERRRRT… quando ha conchiuso la frase con …da camere d’aria.

Adesso, vojo dir, ok che le toppe sono un articolo da merceria ma non è che se volevi comprare delle gomme da masticare mica andavi da un gommista.



4 Commenti a “Mettiamoci una toppa”

  • Allora… un mio amico una volta aveva una pelletteria… ora, io capisco che un tempo i barbieri passavano il rasoio sulla striscia di cuoio per rifargli il filo (almeno credo) però mi ha detto che una volta un tipo s’è affacciato all’uscio del suo negozio e gli ha chiesto: “gavì saón da barba?”
    Ecco
    😀

  • Bumi na vaganamatt:

    Ragazzi, durante l’anno di militare un bel giorno mi chiamarono in camerata dicendo che c’era un compito importantissimo per me: dovevo partire subito. Mi spedirono, senza dirmi ovviamente niente, in un campo sportivo dove si svolgevano delle gare con atleti della nazionale militare.
    “Aspettavo proprio lei, abbiamo avuto una defezione: prenda qua!” mi accolse un tenente di leva, mettendomi in mano un cronometro da gara.
    “Confidiamo in lei che è uno specialista!” aggiunse un generale pluristellettato.
    “Specialista? Sissignore, però, se veramente non ho mai usato un cronometro professionale in vita mia.”
    “Non faccia il timido – disse il tenentino – l’ho visto nei suoi documenti che lei lavora come cronista!”.
    Il generale lo prese letteralmente a calci in culo.

Lascia un Commento