Metafore e remore

Le remore sono aree di mare calmo che si formano a causa di una corrente che attraversa un punto fisso.

Togli la corrente la remora sparisce, inverti la direzione della corrente e inverti anche la posizione della remora rispetto al punto fisso.



5 Commenti a “Metafore e remore”

  • ma anche: “Le remore sono dei pesci che, muniti di una sorta di ventosa, si attaccano a scafi o a pesci più grandi facendosi trainare – e in antichità (e l’immagine rende bene il senso generale di “remora”) si pensava che questi pesci potessero addirittura fermare le navi, da cui il loro nome.”

    • merciaioblog:

      è vero, è una metafora che ha rappresenta una situazione diversa ma che comunque funziona

      • Ma se non sbaglio, errando e scambiando pan per focaccia per lucciole e lanterne, dicesi remora anche l’area di mare relativamente calma lasciata a poppa dal passaggio di una barca anche su mare agitato. Mumble mumble…

        • merciaioblog:

          Non sbagli… remora è anche l’area di mare calmo lasciato dallo scarroccio di una nave ma la metafora viene meno suggestiva

  • Ale:

    Ma il pesce che se magna, non e’ mormora?? Quello mi si attacca al piatto e alla forchetta. :-;

Lascia un Commento