Essere me è già un bel vantaggio

[…] Il senso di colpa è un modo di svalutare l’altro, di renderlo fragile sul piano affettivo: per paura di perdere l’artefice del ricatto, la sua fiducia, di non essere amato o accettato, chi ne è vittima si colpevolizza per ciò che è accaduto, proprio a causa di una non buona considerazione di se stesso. Per esempio se mi sento in colpa perché ho fatto piangere mia madre, tenderò a minimizzare o cancellare gli altri eventi che possono avere scatenato quel pianto e metterò al centro dell’evento la situazione che mi riguarda (“è colpa mia, e basta”). […]

E’ un vantaggio perché su di me la leva dei sensi di colpa non funziona. Anzi, appena ne sento l’odore in lontananza per reazione faccio l’esatto contrario di quello che la leva voleva ottenere.

Via | come guarire dai sensi di colpa



Lascia un Commento